La più grande manifestazione di pregio dello Sferisterio dal 1967 ad oggi è la stagione lirica estiva,  per la quale l’arena Sferisterio di Macerata è nota in tutto il mondo. Nel 2006 l’allora direttore artistico Pier Luigi Pizzi le conferisce il nome di Sferisterio Opera Festival e dal 2012 viene trasformato in Macerata Opera Festival dal direttore artistico Francesco Micheli, in carica fino al 2017. Dal 2017 Barbara Minghetti ne è direttrice artistica, Francesco Lanzillotta direttore musicale e Luciano Messi sovrintendente.

Tutte le star della lirica e del balletto hanno calcato questo palco: tra gli altri Mario Del Monaco, Luciano Pavarotti, Katia Ricciarelli, José Carreras, Raina Kabaivanska, Montserrat Caballé, Franco Corelli, Placido Domingo, Carla Fracci, Rudolph Nureyev. Sono passati alla storia allestimenti come la celebre Traviata degli specchi dello scenografo Josef Svoboda nel 1992, e l’indimenticabile Bohème firmata da Ken Russel nel 1984. Altra Bohème, quella del 2012 firmata da Leo Muscato, è stata vincitrice del premio Abbiati, così come Turandot affidata alla creatività di Ricci/Forte, andata in scena nel 2017, ha ottenuto anch'essa il prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana.Nel corso degli anni il Festival è diventato un esempio di sperimentazione e contaminazione, con l’idea di portare il teatro al di là dei propri confini. Altri grandi artisti fra i quali Patti Smith, Ludovico Einaudi, Goran Bregović, Ezio Bosso, Stefano Bollani, si sono invece cimentati in progetti speciali e concerti per indagare il legame tra l’opera lirica e altre forme di spettacolo dal vivo, dalla prosa al jazz dalla musica popolare al rock.

Il Macerata Opera Festival si prefigge di sviluppare e consolidare le due anime fondamentali per un festival: da una parte la vocazione internazionale e dall’altra la componente di comunità e territorio. Macerata Opera Festival è inclusione, condivisione, accoglienza, è città in festa. E lo dimostra con un ricco programma di eventi in tutta la città con il Festival Off nelle tre settimane di programmazione tra luglio e agosto, e con la Notte dell’Opera, un evento che trasforma per una notte la città in un grande teatro d’opera.

Nel 2021 il Macerata Opera Festival festeggia i cento anni dalla prima volta in cui lo Sferisterio venne utilizzato come teatro d’opera: era il 1921 e sul palcoscenico debuttava Aida.

Il Macerata Opera Festival è sostenuto dal Comune di Macerata come sua principale manifestazione culturale, insieme alla Regione Marche, al Ministero per i Beni Culturali e per il Turismo, agli sponsor privati.